Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggere la nostra informativa.
Chiudi
Brassaď (Gyula Halász)

Brassaï (Gyula Halász)

1899 Brasso, Ungheria (l'odierna Brasvo, Romania) - 1984 3eaulěeu-sur-Mer,Francia meridionale
di Roby Blasina (www.bybla.com)

Gyula Halász, conosciuto dal 1932 con lo pseudonimo Brassai (da «Brasso», il suo luogo di nascita), si accosta alla fotografia da autodidatta. Studia arte a Budapest (1918-1919) e a Berlino (1920-1922) e incomincia presto a frequentare i circoli che fanno capo a László Moholy-Nagy, Wassily Kandinsky e Oskar Kokoschka. Nel 1924, soggiorna a Parigi come giornalista, dove conosce il fotografo Eugčne Atget le cui opere rimarranno sempre i modelli delle sue creazioni successive.

Loading...L'anno dopo conosce il connazionale André Kertész che spesso accompagna nei suoi reportage utilizzandone le fotografie, insieme ad altre, per documentare il proprio lavoro. Nel 1929, Brassai scatta le prime fotografie con un apparecchio preso a prestito e, in breve, decide di acquistare una Voigtlander. Durante le sue estese scorribande notturne per Parigi, nel 1930, Brassai incomincia a ritrarre le strade e le piazze deserte della cittŕ. Risultato di questo lavoro č il famoso libro Paris de nuit del 1932: oltre al fascino misterioso dell'architettura della cittŕ, simile a quello delle quinte di un palcoscenico, l'artista considera la scarsa illuminazione una sfida tecnica. Nelle sue imprese notturne lo affascina anche la vita sociale. Loading...Nei bar e per le strade immortala i nottambuli di Parigi: clochard, prostitute, coppiette, ballerine e altri tipici personaggi. Tra quelle piů famose di questo periodo vi č la fotografia intitolata La prostituta Bijou: la donna grassa, dal trucco pesante e carica di gioielli attrae l'occhio dei fotografo; la riproduzione dei ritratto in Paris de nuit susciterŕ la collera della vecchia signora che solo alcune banconote riusciranno a calmare. Nel 1932, Brassai scopre i graffiti dei musei di Parigi, un tema di cui si interessa per molto tempo. Grazie alla collaborazione con la rivista «Minotaure» il fotografo ungherese conosce negli anni '30 molti scrittori, poeti e artisti surrea sti. Nel 1937, inizia a lavorare per «Harper's Bazaar» fornendo alla rivista una voluminosa documentazione fotografica di famosi lettera e artisti.

Nel 1962, dopo la morte di Carmel Snow, l'editore di «Harper's Bazaar», Brassaď abbandona la fotografia per dedicarsi solo alle ristampe delle sue prime opere e alle riedizioni dei libri giŕ pubblicati in passato.


 

Link
Brassaï biography, profotos.com
Brassaï, master-of-photography.com

Libri
Fotografi: Made in Hungary, 320 pag., Motta


Commenti

Non ci sono commenti

Per inserire commenti devi essere registrato !

 

PhotoRevolt.com - Comunità Fotografica Indipendente - Fotografia Digitale e tradizionale - ISSN: 1825-7976.
Fondato da Stefano Arcidiacono. Leggi la nota di copyright, visualizza la mappa del sito o le statistiche.

RSS  XML  ATOM