Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggere la nostra informativa.
Chiudi
Nell'occhio di Napoli

Nell'occhio di Napoli

di Cedric Vigneault - Sito Web

Napoli, la cittā partenopea č nata da un mito, e questa dimensione leggendaria le si incolla alla pelle come l'ombra al corpo soleggiato.

Dal selciato vesuviano, dalle pareti di tuffa, dall'arredamento urbano traspira un popolo immaginario che si č sovrapposto ai Napoletani. Questo popolo dello spirito ininterrottamente rinnovato dagli apporti esterni e protetto dai Napoletani stessi da qualunque inquisizione non ha solamente accompagnato la storia della cittā ma ne č divento un'identitā possibile.

Lo sguardo straniero č colpito dall'onnipresenza dei segni religiosi o pagani nei vicoli del centro come nei quartieri periferici, che dā alla cittā la sua forte potenza simbolica. Ogni passo č l'occasione di scoprire questo mondo eterogeneo e fecondo delle entitā di culto al quale, poco a poco si aggiungono le nostre proiezioni. Napoli non si accontenta di esporre, offre a ciascuno la possibilitā di contribuire al suo panteon.

Napoli suggerisce, incanta, minaccia, diverte, spaventa. Č una favola a cielo aperto, una favola delle favole con un uovo magico nascosto nel castello, delle bare volanti, un calciatore principe della cittā, il sangue capriccioso e gorgogliante di San Gennaro o quello, pių discreto di Padre Pio, il sangue come promessa di vita. E di morte. Li, la morte non fa paura, č solo un altro modo di prolungare la sua vita, fa l'oggetto di molti culti che sia sotto la forma di un teschio crepato o, al di lā della sua realtā criminale, di una Camorra.

Napoli non teme di morire, teme di sparire, traumatizzata dal destino di Pompei. Quindi, s'inventa un immaginario per allontanare lo iettatore, che, facendo a pezzi l'uovo di Virgilio nascosto nel castello eponimo trascinerebbe tutta la cittā nelle viscere della terra.

 

albergo_poveri.jpg

angelo_pignon.jpg

autel_sanita.jpg

blouson.jpg

cabine.jpg

cranes_fontanelle.jpg

homme_plebicito.jpg

horloge_soleil.jpg

i_napoletani.jpg

jesus_ciel.jpg

maradona.jpg

neon_visage.jpg

palmiers.jpg

phare_voiture.jpg

poisson_cercueil.jpg

porto_napoli.jpg

saint_mechant_rose.jpg

sanita.jpg

the_shirt_dollar_mort_2.jpg

tifosi.jpg

tram.jpg



Commenti

Non ci sono commenti

Per inserire commenti devi essere registrato !

 

PhotoRevolt.com - Comunità Fotografica Indipendente - Fotografia Digitale e tradizionale - ISSN: 1825-7976.
Fondato da Stefano Arcidiacono. Leggi la nota di copyright, visualizza la mappa del sito o le statistiche.

RSS  XML  ATOM