Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggere la nostra informativa.
Chiudi
Blog
 Inserita il 29 marzo 2017 da SteO (G+), nella categoria Corsi.
News by Photorevolt
Hai una macchina fotografica digitale e non sai usarla bene? Vuoi sfruttare al massimo le sue possibilità esaltando le tue capacità? Non rinunciare a scattare belle fotografie con una macchina fotografica digitale! Dedica del tempo alla tua passione per imparare a scattare immagini che raccontino il tuo mondo. Il corso con Gilberto Maltinti - photoreporter e giornalista di viaggio e costume dei periodici DOVE, Venerdì di Repubblica, gruppi editoriali Espresso e Rizzoli - è aperto a tutti e prevede dieci lezioni di cui otto in aula e due uscite sul campo, durante le quali si studiano e si applicano concretamente le tecniche fotografiche reflex e l'evoluzione della fotografia dalle origini ai nostri giorni.

Messa a fuoco manuale o automatica? Priorità di tempo o di diaframma? Ritratto o paesaggio? Questi non saranno più termini sconosciuti e la macchina fotografica non sarà un oggetto misterioso ma una fedele compagna di ogni giorno. Al termine del corso saprai padroneggiare la tua macchina fotografica e sarai in grado di scattare non più in modalità automatica, come avviene sempre, ma impostando i giusti parametri per ottenere le migliori fotografie nelle diverse situazioni di ripresa, di ambiente e di luce. Due uscite fotografiche saranno l'occasione per mettere in pratica le abilità acquisite.

Gli incontri si tengono presso PARIOLI_FOTOGRAFIA, galleria e studio di fotografia professionale. Il corso base di fotografia digitale dura 8 settimane (10 lezioni di 2 ore: 8 appuntamenti in studio + 2 uscite in esterno nel weekend, una di giorno, l'altra al tramonto con il cavalletto fornito dallo studio). Durante il corso si studiano e si applicano concretamente le tecniche fotografiche digitali e l'evoluzione della fotografia dalle origini ai nostri giorni, per scattare in modo coinvolgente e soprattutto consapevole.

Maggiori informazioni...
 

 Inserita il 29 marzo 2017 da SteO (G+), nella categoria Mostre.
News by Photorevolt
Dopo il successo della mostra a Berlino (EMOP Berlin 2016) e il premio dell'International Photography Awards del 2016, giunge a Siena, al Santa Maria della Scala, che ne ha curato la produzione, il progetto fotografico Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni di Luisa Menazzi Moretti che sarà visibile dal 13 aprile al 4 giugno 2017.

La mostra è composta da 17 fotografie di grande formato (esposte come opere singole, dittici e trittici) e 9 testi tratti da lettere e interviste rilasciate dai prigionieri del braccio della morte del carcere di Livingston, vicino ad Huntsville, in Texas e il titolo - Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni - fa riferimento al tempo medio che deve attendere un condannato a morte, in solitudine, dal momento della condanna all'esecuzione.

Le opere sono una sorta di trasposizione delle storie e dei testi con cui i condannati del braccio della morte raccontano le loro vite o descrivono le emozioni vissute nel carcere texano, dove tutt'oggi vengono eseguite più esecuzioni di ogni nazione democratica del mondo occidentale.
Distante da ogni realismo, la fotografia di Luisa Menazzi Moretti richiama, in effetti, a una profonda riflessione sulla pena di morte.

Sono, infatti, 29 gli Stati che ancora oggi negli USA praticano la pena di morte; se Luisa Menazzi Moretti ha scelto di lavorare su quanto continua ad accadere nel ricco ed evoluto Texas (dove ha vissuto per molti anni) è per il triste primato che rappresenta tra gli Stati confederati d'America, modello di democrazia liberale che non riesce a risolvere questa feroce contraddizione.

La mostra, curata da Luisa Menazzi Moretti è prodotta dal complesso museale Santa Maria della Scala con la collaborazione dell'Istituto Italiano di Cultura di Berlino ed è patrocinata dal Comune di Siena con il supporto organizzativo di Opera-Civita. Il catalogo è edito da Contrasto.

www.santamariadellascala.com
 

 Inserita il 29 marzo 2017 da SteO (G+), nella categoria Eventi.
News by Photorevolt
Giovedì 30 marzo 2017 alle ore 20.00 verrà presentato presso la Graffiti – Via Latina n. 515 l'ultimo libro fotografico edito dalla Graffiti "RACCONTI DA UN ALTRO MONDO" di Simone Rota.

Saranno presenti l'autore e il Direttore della Graffiti Gianni Pinnizzotto.

"Racconti da un altro mondo" di Simone Rota è l'ultimo libro fotografico edito dalla Graffiti. Ed è un libro speciale perché l'autore è uno dei tanti volontari dell'Operazione Mato Grosso in Perù, persone che ogni giorno si dedicano alla formazione di giovani, all'assistenza di anziani e bambini, all'aiuto di quanti vivono nella zona di Chacas a 3500 metri sulla Cordigliera delle Ande .

Nasce dal'incontro di Simone con la Graffiti. Con Gianni ed Emiliano Pinnizzotto, che per due anni consecutivi, nel 2011 e nel 2012, si sono recati a Chacas per dare il loro contributo alla formazione dei giovani di questa zona insieme ai volontari di Mato Grosso, organizzando corsi di fotografia gratuiti sul posto. Perché Graffiti, oltre ad essere Casa Editrice e Agenzia Fotogiornalistica, è anche una eccellenza nell'insegnamento e nella formazione di nuovi fotografi.

...continua
 

 Inserita il 29 marzo 2017 da SteO (G+), nella categoria Mostre.
News by Photorevolt
Spazio Labo' è lieta di presentare, per la prima volta in Italia nella sua versione completa, la mostra personale del lavoro più recente dell'artista olandese Petra Stavast: "Ramya".

La mostra prende il nome dall'omonimo libro che Stavast ha pubblicato nel 2014 (Fw:Books/Roma Publications) e che resta, ad oggi, una delle più interessanti produzioni editoriali del mondo della fotografia degli ultimi anni.

RAMYA inaugura venerdì 7 aprile alle ore 19.30 (ingresso libero, Strada Maggiore 29, campanello Spazio Labo' e poi in fondo al cortile interno), alla presenza dell'artista. Per l'occasione, Petra terrà una visita guidata, dalle 18.30 alle 19.30, aperta a tutti su prenotazione. È possibile prenotarsi gratuitamente QUI.

Inoltre, sabato 8 e domenica 9 aprile Petra Stavast sarà la docente d'eccezione di "Power to the Archive!", un workshop rivolto a tutti coloro che sono interessati alle immagini d'archivio, sia da un punto di vista meramente personale che per un intento artistico. Le iscrizioni sono aperte sino al raggiungimento del numero massimo dei partecipanti ammessi; maggiori informazioni sono reperibili qui.

...continua
 


 Inserita il 20 marzo 2017 da SteO (G+), nella categoria Fotocamere.
News by Photorevolt
Lomography continua con passione il suo percorso evolutivo nella fotografia istantanea e per questo siamo davvero emozionati di presentare un nuovo prodotto davvero unico:

La Lomo'Instant Automat Glass:

prima fotocamera istantanea sul mercato con un obiettivo grandangolare di vetro: ideale per ritratti e per risultati incredibili in situazioni di scarsa illuminazione, grazie a un'apertura massima di f/4.5.

La Lomo'Instant Automat Glass presenta un bellissimo obiettivo di vetro multistrato, composto da sei elementi in quattro gruppi: perfetto per ridurre il riflesso e per donare agli scatti colori vivaci e dettagli più definiti che mai.

Con un'apertura massima di f/4.5, permette di raggiungere risultati eccellenti in condizioni di scarsa luminosità, anche senza flash: scatti perfettamente esposti in moltissime situazioni, in tutta semplicità.

Grazie a una distanza focale minima di 0.3m è possibile realizzare ritratti davvero definiti e dettagliati. Nella confezione Combo è inoltre disponibile l'obiettivo aggiuntivo Close-Up, per avvicinarsi fino a 0.1m e realizzare degli scatti macro davvero unici.

La Lomo'Instant Automat Glass Magellan Edition deve il suo nome alle prime esplorazioni e presenta un design nero geometrico e dettagli arancio. Super compatta, è perfetta da portare sempre con sé e immortalare ogni attimo, con una definizione mai vista prima nella fotografia istantanea.

In linea con la tradizione lomografica, anche la Lomo'Instant Automat Glass è ricca di potenziale creativo: esposizioni multiple illimitate, modalità Bulb per lunghe esposizioni, telecomando per autoscatti, filtri in gel colorati e molto altro ancora.

Preordina la Lomo'Instant Automat Glass.
 

 Inserita il 20 marzo 2017 da SteO (G+), nella categoria Concorsi.
Il premio internazionale Celeste Prize per artisti emergenti e mid-career, apre la nona edizione con la presenza dell'acclamata curatrice di London's Art Night, Fatoş Üstek, nel ruolo di chief-juror.

Sarà accompagnata nelle selezioni da una super giuria di esperti critici e curatori internazionali: George Clark, curatore indipendente; Ovul Durmusoglu, curatore indipendente; Rozsa Zita Farkas, Arcadia Missa; Attilia Fattori Franchini, curatore indipendente; Anna Gritz, Kunst Werke Berlin; Nav Haq, Muhka; Harriet Loffler, Norwich Castle Museum; Louise O'Kelly, BlockUniverse; Ilaria Puri Purini, Contemporary Art Society; Filipa Ramos, Art Agenda, Vdrome; Emiliano Valdes, Museo di Arte Moderna, Medellin; Ben Vickers, Serpentine Gallery.

Il montepremi totale di 23.000 € sarà suddiviso tra i 6 artisti che saranno selezionati nelle 6 categorie: Progetto, Pittura, Fotografia, Video, Installazione e Scultura, Super-young (artsti con meno di 26 anni).

I 53 finalisti e vincitori avranno l'opportunità di presentare le proprie opere alla mostra finale a Londra presso Bargehouse, OXO Tower, durante Frieze Art Fair ad ottobre.

Per maggiori info sul Premio e la candidatura visita la pagina: www.premioceleste.it/celesteprize2017
 

 Inserita il 20 marzo 2017 da SteO (G+), nella categoria Mostre.
Primo appuntamento del 2017 con la rassegna Serata con l'Autore presso il Circolo Fotografico Avis Chiaravalle BFI. Avremo il piacere di ospitare il fotografo Pietro Del Bianco che presenterà il suo progetto "Il Silenzio".

Pietro Del Bianco incontra la fotografia negli anni '80 e, fin da subito, predilige il tema della "Natura Morta" o "Still Life". Ipnotici e creativi incontri di linee, forme e luci, che caratterizzano le sue opere, lo hanno fatto conoscere oltre i confini locali sia con esposizioni personali che collettive.

Pubblicazioni: "In un soffio", "Bella ingabbiata triste (Aquila); Agrà.


23 marzo 2017 / ore 21.15
Circolo Fotografico Avis Chiaravalle BFI
Viale Rinascita 6 - Chiaravalle - AN
ingresso libero

www.circolofotoavis.org
 

 Inserita il 20 marzo 2017 da SteO (G+), nella categoria Mostre.
fotoclub-le-gru
La fotografia illustra, la fotografia racconta. In questa prospettiva Sebastiano Cosimo Auteri, Nuccio per gli amici, documenta un evento che, per lavoro, ha seguito durante l'anno 2014, ovvero i festeggiamenti per l'80° anno di presenza sul territorio italiano della azienda C.G.T. che commercia i macchinari Caterpillar per movimento di terra.

La fotografia di Auteri è una fotografia che coglie lo scopo di raccontare in modo genuino ed aperto entrando sempre nel vivo delle situazioni.

In lui il desiderio di non lasciarsi scappare gli istanti più interessanti che vive durante la giornata gli ha reso necessario tenere sempre in tasca la sua piccola Olympus. Ed è con questa fotocamera che ha effettuato il reportage che vediamo. Si nota subito il suo modo di esprimersi, la sua ricerca degli spazi in cui l'immagine si è formata compositivamente. Si nota anche lo scopo che lo ha spinto, nel contempo, a scattare e lavorare come tecnico/dimostratore.

Quindi momenti particolari di grande effetto, dimostrativi della capacità umana e, allo stesso tempo, della potenza delle macchine. Due qualità che combinate insieme possono modificare il terreno, smuoverlo, compattarlo, dargli quella forma che è necessaria a svolgere una nuova
funzione. Nei casi particolari che il reportage ci fa vedere si è trattato della realizzazione, con macchine operatrici Caterpillar, di un tratto di strada in curva, con pendenza e scolo di acque reflue, con tombino di scarico e pavimentazione stradale compattata e stesa con della sabbia. Tutto questo in 20 minuti di tempo. Uno spettacolo da ripetere più volte durante la giornata dimostrativa.

Il racconto è effettuato dal dentro, così le riprese diventano vive, animate, vissute in prima persona: azionare un motore di Caterpillar, salire su un camion, guidare un mezzo la cui potenza è enorme, far vedere che si possono modellare territori secondo un progetto che renda agibile ciò che prima era ostico ed informe. Un lavoro immane svolto con naturalezza e in tempi da primato.

E' questo che il fotografo vuole esprimerci con un racconto per immagini che raggiunge, nella sua spettacolarità, il risultato di dimostrare quanto l'intelligenza dell'uomo sia capace di costruire per il proprio futuro. (Giorgio Tani)

Info su www.fotoclublegru.it
 

 Inserita il 20 marzo 2017 da SteO (G+), nella categoria Concorsi.
Lo staff del Festival della Fotografia Etica è lieto di comunicare l'apertura del bando del World.Report Award | Documenting Humanity 2017.

L'ambito del premio è quello del fotoreportage sociale e documentaristico: le vicende degli uomini, le loro storie, gli eventi delle società, i fenomeni e i cambiamenti dell'umanità. Queste le cinque categorie della settima edizione:

  • Master Award: Aperto a tutti i fotografi senza alcuna restrizione. Il lavoro presentato deve essere composto da un minimo di 20 a un massimo di 40 foto. Il premio corrisposto è pari a 6.000 Euro lordi.


  • Spot Light Award: Aperto a tutti i fotografi che non hanno mai ricevuto uno dei seguenti premi entro l'1 Aprile 2017: World Press Photo, W. Eugene Smith Grant in Humanistic Photography, Pulitzer Prize, POYi Picture of the Year e World.Report Award ad eccenzion fatta per le categorie dedicate ai multimedia. Il lavoro presentato deve essere composto da un minimo di 20 a un massimo di 40 foto. I fotografi che partecipano a questa sezione, possono partecipare anche al Master Award. Il premio corrisposto è pari a 3.000 Euro lordi.


  • Short Story Award: Aperto a tutti i fotografi senza alcuna restrizione. Il lavoro presentato deve essere composto da un minimo di 5 a un massimo di 10 foto. Il premio corrisposto è pari a 1.500 Euro lordi.


  • European Photographers Award | Francia 2017: l'edizione 2017 è dedicata a tutti i fotografi di cittadinanza francese. Il lavoro presentato deve essere composto da un minimo di 20 a un massimo di 40 foto. Il premio corrisposto è di 1.500 Euro lordi in denaro e una mostra che verrà esposta durante il Festival della Fotografia Etica 2017 e nell'edizione 2018 del Festival ManifestO di Tolosa (Francia).



E' con grande piacere che il concorso per la prima volta introduce una nuova sezione a tema e a foto singola; per questa sezione sarà premiata la capacità dell'immagine di sintetizzare e rappresentare la tematica proposta in un solo scatto.

...continua
 

 Inserita il 20 marzo 2017 da SteO (G+), nella categoria Workshop.
News by Photorevolt
"Power to the Archive!" è il titolo volutamente provocatorio di un workshop rivolto a tutti coloro che sono interessati alle immagini d'archivio, sia da un punto di vista meramente personale (per esempio nel caso degli album di famiglia) che per un intento artistico (per esempio chi è interessato ad inserire parti di archivi ritrovati o recuperati all'interno dei propri progetti).

Questo workshop aiuterà a capire: come è possibile utilizzare diverse tipologie di immagini, per esempio prodotte o "trovate", all'interno dei nostri progetti; come si possono combinare fotografie proprie a fotografie trovate/ritrovate; come si analizza un archivio di immagini, anche di grandi dimensioni, per poterne svelare il contenuto più interessante e delineare una storia da raccontare.

Alla luce della sua notevole esperienza come artista, insegnante ed editrice di libri fotografici, Petra Stavast lavorerà con ogni partecipante sulla selezione delle immagini e sulla creazione di un metodo per combinare e svelare all'interno di un progetto il materiale portato in classe da ognuno.

"POWER TO THE ARCHIVE!"
WORKSHOP CON PETRA STAVAST

8-9 APRILE 2017

SPAZIO LABO' - CENTRO DI FOTOGRAFIA
STRADA MAGGIORE 29, BOLOGNA
www.spaziolabo.it
 


Pagina 1 di 720
 1  2  3  4  5 ....
Successiva
 

PhotoRevolt.com - Comunità Fotografica Indipendente - Fotografia Digitale e tradizionale - ISSN: 1825-7976.
Fondato da Stefano Arcidiacono. Leggi la nota di copyright, visualizza la mappa del sito o le statistiche.

RSS  XML  ATOM