Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggere la nostra informativa.
Chiudi
Blog
 Visualizzo solo le notizie nella categoria Mostre

 Inserita il 12 giugno 2016 da SteO (G+), nella categoria Mostre.
Lunedì 13 giugno (ore 17) nei locali del CRAL ENI (Viale I. Nievo, 38), al via una nuova mostra fotografica nell'ambito dell'edizione 2016 del progetto "Di Terra e di Mare" del Tavolo della Fotografia: si intitola "Tanti per tutti" e consiste in un'esposizione che inquadra l'universo dei volontari e i mille aspetti che sa assumere nel nostro paese, un vero e proprio viaggio, insomma, nel mondo del volontariato in Italia.

L'esposizione è la prima iniziativa di documentazione fotografica del Volontariato in Italia, nata dall'impegno di FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) e CSVnet (Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato).
"Tanti per tutti" racconta per immagini chi presta aiuto a disabili e poveri, profughi e animali, l'ambiente e le nostre città, con associazioni piccole e grandi realtà sociali. Un profondo lavoro di ricerca su tutto il territorio nazionale, con oltre 150 mostre locali, tra cui quella di Livorno.

Espongono: Sara Bertei, Franco Biondi, Pierpaola Corso, Federico Dell'Agnello, Romina Falleni, Liliana Giannini, Elisa Heusch, Gabriella Mattei e Silvia Tampucci.

La mostra fotografica, ad ingresso gratuito, sarà visitabile fino al 20 giugno con i seguenti orari: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19. Martedì e giovedì e sabato dalle 15 alle 19.

www.comune.livorno.it
 

 Inserita il 12 giugno 2016 da SteO (G+), nella categoria Mostre.
Presso Palazzo Pincini Carlotti in Garda (VR) sarà inaugurata sabato 18 giugno 2016 alle ore 18.30 la mostra fotografica "CHE BELL'INGANNO SEI ANIMA MIA" di Maurizio Zafret.

La mostra resterà aperta da domenica 19 giugno a domenica 10 luglio 2016 nei fine settimana con il seguente orario: mattino 11.00 - 12.30 pomeriggio 17.00 - 19.00.

All'inaugurazione sarà presente l'autore Maurizio Zafret. L'entrata è libera.
Estendete l'invito ad altri fotoamatori ed amici.

Gruppo Fotografico Lo Scatto BFI
Via S. Francesco d'Assisi 3/5
37016 GARDA VR
Email: gf.loscatto@gmail.com
www.gfloscattogarda.it
 

 Inserita il 12 giugno 2016 da SteO (G+), nella categoria Mostre.
Nikon è sponsor di due mostre di rilievo nel panorama nazionale – "Domon Ken, il Maestro del realismo giapponese" all'Ara Pacis di Roma e "Nothing Is Real - Quando i Beatles incontrarono l'Oriente" al MAO-Museo d'Arte Orientale di Torino – con l'obiettivo di promuovere e diffondere la cultura fotografica.

In queste due mostre emerge infatti tutta la forza e il valore della fotografia, che è al contempo arte, testimonianza, reportage, documentazione storica e sociale e diventa addirittura un dovere umanitario per Domon Ken, il fotografo giapponese che documentò la tragedia di Hiroshima dedicandovisi come rispondendo ad una chiamata.

È infatti proprio dedicata a lui, uno dei fotografi più importanti della storia della fotografia moderna giapponese, l'importante monografica "Domon Ken, il Maestro del realismo giapponese", all'Ara Pacis fino al 18 settembre. In mostra circa 150 fotografie, in bianco e nero e a colori, realizzate tra gli anni Venti e gli anni Settanta del '900, che raccontano il percorso di ricerca verso il realismo sociale. Dai primi scatti, prima e durante la seconda guerra mondiale, la mostra ripercorre la produzione di Domon Ken, da sempre legato a Nikon, fino all'opera chiave che documenta la tragedia di Hiroshima.

www.arapacis.it/mostre_ed_eventi/mostre/domon_ken

Il noto brand giapponese è sponsor anche di "Nothing Is Real - Quando i Beatles incontrarono l'Oriente" che ha appena inaugurato al MAO di Torino. Una grande mostra dedicata ai Fab Four e al loro viaggio in India nel '68, uno degli eventi chiave per lo slancio all'interesse da parte dell'occidente verso l'oriente. In mostra centinaia di oggetti in dialogo con opere d'arte contemporanea, in un ambiente ricco di stoffe, profumi e suoni.

www.maotorino.it/it/eventi-e-mostre/nothing-real
 


 Inserita il 5 giugno 2016 da SteO (G+), nella categoria Mostre.
La galleria PIOMONTI arte contemporanea è lieta di presentare la mostra personale di Riccardo Gusmaroli dal titolo Coast to coast (dal Tirreno all'Adriatico) che inaugura giovedì 9 giugno 2016 alle ore 19.

Una decina di opere che vanno dalle carte geografiche e nautiche, per l'occasione quelle del Lazio, agli interventi sui francobolli e alle uova svuotate e poi miniaturisticamente traforate.

Erede dei maestri del Novecento italiano, da Lucio Fontana a Piero Manzoni, fino ad Alighiero Boetti, Riccardo Gusmaroli rilegge la lezione dell'arte concettuale con spirito ludico e allo stesso tempo lirico, utilizza oggetti e materiali fuori dal loro ambiente naturale, con lo scopo di provocare un corto circuito tra arte e realtà. Nei suoi lavori Il tema del viaggio, sia reale che metaforico, usando barchette, stelline cariche di rimandi al mondo spensierato dell'infanzia. Nelle uova di gallina, perforate con un finissimo trapano odontoiatrico, inserisce omini o ne ricama il guscio come si trattasse di un merletto.

A proposito di Gusmaroli, Valerio Dehò ha scritto che "il tempo conta nei suoi lavori" e che "la temporalità diffusa e dilatata richiesta da queste vere e proprie opere di pazienza, negli origami come nella pittura, fornisce sufficienti tracce di un lavoro che è flusso costante, corrente di pensiero e azione che si sedimenta e dissemina visivamente.

La mostra proseguirà il suo viaggio nelle Marche, ad Ancona, alla galleria Gino Monti, che inaugurerà il 2 luglio, con l'integrazione di altre opere.

Scheda tecnica:
Artista: Riccardo Gusmaroli
Titolo mostra: Coast to coast
Inaugurazione: giovedì 9 giugno 2016 ore 19
Durata: dal 9 al 24 giugno
Luogo: PIOMONTI arte contemporanea Piazza Mattei 18, Roma
Info: permariemonti@gmail.com / tel. 06.68210744 / www.piomonti.com
Orario estivo: Lun. - Ven. dalle 12 – 20 – Sab. su appuntamento
 

 Inserita il 22 maggio 2016 da SteO (G+), nella categoria Mostre.
News by Photorevolt
La mostra racconta il quotidiano degli abitanti di Ummannaq, un'isola a Nord Ovest della Groenlandia, a 590 Km dal circolo polare artico.

Ummannaq in lingua groenlandese significa "a forma di cuore". Questo nome è legato all'aspetto della sua montagna.
Attorno ad essa, aggrappati alla roccia, vivono 1282 abitanti. Sono essenzialmente cacciatori e pescatori.

L'isola conserva diversi tesori: una cava di marmo, le mummie di un'antica civiltà ed anche una casa di Babbo Natale. I miti e le leggende sono numerosi. La vita è ancora tradizionale e vicina alla natura ma il cambiamento climatico e il mondo moderno si impone progressivamente.

...continua
 

 Inserita il 22 maggio 2016 da SteO (G+), nella categoria Mostre.
News by Photorevolt
Flavio Tecchio ha scelto lo Spazio Raw e la curatela di Anna Mola per presentare la sua esposizione antologica, che racchiude i primi trenta anni di ricerca fotografica. Le oltre 40 stampe, scattate in analogico, che compongono la mostra sono state quasi tutte realizzate personalmente dal fotografo in camera oscura.

Gli esordi, a colori, a metà degli anni '80 indicano già l'attenzione verso i dettagli e la composizione con pochi elementi. Il passaggio, poco tempo dopo, al bianco e nero sancisce la sua cifra stilistica fino a oggi. Attraverso la sua Nikon FM2 (unica macchina, in 30 anni), immortala passanti, frequentatori di bar, scorci di natura e paesaggi urbani, affinando tecnica e stile e creando un linguaggio in grado di esprimere visivamente tranquillità, riflessioni, paura e – soprattutto – solitudini.

Solitari e pensierosi, infatti, sono spesso i protagonisti delle sue fotografie; non chiusi ma "racchiusi" in loro stessi.

Poco dopo iniziano i viaggi: Stati Uniti, Europa, India, Turchia, Sud America: tanti incontri, chilometri percorsi e storie da raccontare (perfino la testimonianza di un attentato). Con la fedele fotocamera al collo, Tecchio compone, inquadra e colleziona attimi di vita appartenenti a culture e tradizioni diverse, ponendo sempre l'accento sulla componente umana. Immagini semplici e raffinatissime, intime e mai scontate.

...continua
 

 Inserita il 15 maggio 2016 da SteO (G+), nella categoria Mostre.
News by Photorevolt
L'Istituto Lorenzo de' Medici e la Fondazione Fratelli Alinari presentano Giganti del Cielo: una mostra virtuale di dirigibili, curata dalle allieve del programma di Museologia.

Dopo la presentazione iniziale nella Chiesa di San Jacopo dal 16 al 20 maggio, la mostra sarà visibile on-line su www.beastsofthesky.wordpress.com per un anno.

La mostra, Giganti del Cielo, attraverso la fotografia trasporta il visitatore indietro nel tempo fino agli albori della storia del volo.

Le immagini proiettate, sia sulle pareti della sede espositiva che sullo schermo del computer, daranno una visione dei dirigibili nel momento culmine dello sviluppo della tecnologia aerea, fenomeno poi velocemente scomparso.

Inaugurazione lunedì 16 maggio 2016, h. 18.00
Chiesa di San Jacopo in Campo Corbolini, Via Faenza 43, Firenze
 

 Inserita il 15 maggio 2016 da SteO (G+), nella categoria Mostre.
Ognuno ha almeno un oggetto, una cosa, a cui è particolarmente legato.

Può essere qualcosa che si usa quotidianamente. Oppure solo nei momenti più importanti. Talvolta non serve più, ma ci si ostina a tenerla per non far sbiadire istanti della vita che si vogliono ricordare a lungo. Alcuni oggetti sono regali, altri sono comprati, altri ancora sono stati semplicemente trovati. Ma ciò che accomuna tutti questi oggetti, tutte le cose a cui siamo più legati, è che tutte raccontano un pezzo di noi, di chi siamo, della nostra storia e della nostra identità. Del modo in cui viviamo ma anche del mondo da cui veniamo.

Questo vale per tutti. Anche per i quaranta uomini e donne ritratti in queste foto. Loro sono gli "altri", vengono da altri paesi, in cerca di libertà e umanità. Hanno viaggiato a lungo e sono pieni di ricordi.

Tra questi ci sono anche i ricordi legati alle loro cose più care. Con il loro aiuto abbiamo immaginato che potessero riaverle tra le loro mani. Infatti solo in pochi casi sono riusciti a portarle con loro nei lunghi viaggi che hanno fatto, più spesso le hanno lasciate nei loro paesi, nelle loro città, nelle loro case. Alcuni di questi oggetti sono simili alle cose che possiamo trovare qui, forse anche in questo centro commerciale. Altre volte sono cose sono molto diverse, uniche. Ma ciò che importa è che anche le loro cose, come vale per tutti, sanno di vita.

Queste sono le loro cose, "le cose degli altri".

19-31 Maggio 2016
Centro Commerciale I Gigli
Via San Quirico 165
Campi Bisenzio
 

 Inserita il 7 maggio 2016 da SteO (G+), nella categoria Mostre.
News by Photorevolt
"E se la vita fosse un film? Le fotografie di Nicola Ughi rispondono a questa domanda: sua scelta stilistica è stata infatti quella di rappresentare scene di vita, paesaggi e momenti "ritagliandoli" in 16/9, il formato panoramico di cinema e televisione.

La quotidianità viene così rivissuta attraverso il linguaggio universalmente conosciuto dell'iconografia cinematografica contemporanea. La realtà si astrae da sé stessa per mettersi in mostra quale opera fatta di immagini".

Inaugurazione aperta al pubblico
Sabato 14 maggio 2016 dalle 15.30 alle 19.30
La casa di vetro di via Luisa Sanfelice 3 a Milano

Nicola Ughi. Sedicinoni
La realtà in formato cinetelevisivo
in esposizione dal 14 al 22 maggio 2016

www.lacasadivetro.com/2016/05/06/sedicinoni-mostra-nicola-ughi-sabato-14-alla-domenica-22-maggio-2016
www.alessandroluigiperna.com
 

 Inserita il 7 maggio 2016 da SteO (G+), nella categoria Mostre.
News by Photorevolt
Mignon è il primo collettivo di Street Photography in Italia.

In occasione del ventennale (1995 - 2015) il gruppo, in collaborazione con il Centro Culturale Candiani, attinge dai propri archivi per raccontare la propria visione del quotidiano. La retrospettiva mette in mostra le più belle immagini realizzate non solo secondo i canoni della fotografia di strada ma anche presentando le sperimentazioni fotografiche innovative tentate da diversi membri del gruppo in questo arco di tempo. L'associazione Mignon, protagonista di numerose mostre anche internazionali, è formata da una coesa squadra di cultori dello sguardo del nostro tempo.

Le loro produzioni editoriali hanno visto le lodi di storici della fotografia di chiara fama quali gli statunitensi Naomi e Walter Rosenblum. Quest'ultimo, in particolare, ha dato una svolta radicale all'impegno culturale del gruppo aiutandolo a sviluppare la fotografia come linguaggio comunicativo personale, favorendone la trasmissione di valori positivi nella società odierna. Il gruppo partendo dalla Street Photography ha maturato diversi interessi ed esperienze in molti campi dell'indagine visiva fotografica attraverso raffinate pubblicazioni, insegnamento mirato alle nuove generazioni e promozione della fotografia come espressione di libertà interiore.

...continua
 


Pagina 1 di 113
 1  2  3  4  5 ....
Successiva
 

PhotoRevolt.com - Comunità Fotografica Indipendente - Fotografia Digitale e tradizionale - ISSN: 1825-7976.
Fondato da Stefano Arcidiacono. Leggi la nota di copyright, visualizza la mappa del sito o le statistiche.

RSS  XML  ATOM