Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggere la nostra informativa.
Chiudi
Glossario

 
0~9 · A · B · C · D · E · F · G · H · I · J · K · L · M · N · O · P · Q · R · S · T · U · V · W · X · Y · Z

· f/stop
"f" e' il numero che indica il valore del diaframma; il suo valore è espresso dal rapporto fra la lunghezza focale dell'obiettivo ed il diametro del diaframma.

Vedi anche: Diaframma

· Fill-in
Modalità presente in molti flash, che utilizza il lampo per schiarire le zone in ombra.
Utile ad esempio in pieno giorno, per attutire le ombre create dalla forte luce del sole sul volto del soggetto.

Vedi anche: Flash

· Filto polarizzatore
Elimina i riflessi sugli specchi d'acqua e sulle superfici riflettenti in generale, saturando i colori. Ne esistono di due tipi, polarizzatori lineari e circolari, dipendentemente dal sistema di polarizzazione utilizzato. I polarizzatori circolari sono preferibili nelle moderne macchine autofocus e sono costituiti da due lenti che ruotano l'una sull'altra permettendo di regolare l'intensità della polarizzazione.

· Filtri cross screen
E' un filtro trasparente che incorpora una fitta filettatura a trama quadrata, esagonale od ottagonale. Si utilizza per creare dei riflesi a forma di stella sulle sorgenti luminose puntiformi che sono enfatizzate in ambienti poco luminosi, come le scene metropolitane notturne.

· Filtri di conversione
Si tratta di filtri utilizzati per compensare gli squilibri di temperatura della luce superiori ai 2000 Kelvin; ne esistono due serie, la serie giallo-ambra, denominata con la sigla 85, nelle gradazioni di intensità A, B e C e la serie 80, blu, nelle gradazioni A,B,C e D.
Con questi filtri è possibile usare una pellicola per luce diurna con un'illuminazione al tungsteno, oppure in esterni se si utilizza una pellicola per luce al tungsteno in luce diurna.

· Filtri di correzione
L'effetto dei filtri di correzione è simile a quello dei filtri di conversione, ma di minore intensità. Permettono piccole compensazioni della temperatura della luce e sono disponibili nelle tonalità del giallo, nella serie 81 e del blu, nella serie 82.

· Filtri F.D.L.
Filtro compensatore da utilizzare in riprese con illuminazione fluorescente, al fine di evitare la sgradevole dominante cromatica verde, tipica delle comuni lampade al neon.

· Filtri neutral density
I filtri ND esistono in diverse tonalità di grigio in base alla quantità di luce che riducono con il loro utilizzo. Non alterano le caratteristiche cromatiche della scena e sono indispensabili quando si utilizza una pellicola ad elevata sensibilità in condizioni di luce intensa o quando è necessario aumentare il tempo di posa senza variare l'apertura del diaframma, ad esempio se si intende fotografare un soggetto mobile ottenendo un effetto che ne sottolinei il movimento.

· Filtri per bianconero
Serie di filtri cromatici nelle tonalità giallo, arancio, rosso, verde e blu, che servono a compensare la gamma tonale di alcune parti della scena in modo che siano correttamente riprodotte sulla pellicola in scala di grigi o utilizzati per aumentare il contrasto fra toni di grigio che altrimenti apparirebbero troppo simili, rendendo poco leggibili i soggetti. In particolare, ogni filtro ha la tendenza ad enfatizzare e scurire il tono di grigio rispondente al colore ad esso complementare nella ruota dei colori. Un filtro rosso ad esempio, può essere utilizzato per riprendere un cielo azzurro con alcune nuvole; si otterrà un'immagine caratterizzata da un cielo cupo e scuro sul quale le nuvole bianche risalteranno ancora di più, enfatizzando fortemente la scena.

Filtro Giallo – Assorbe i raggi ultravioletti , scurisce il cielo ed aumenta il contrasto. Le nuvole, i rossi e i gialli vengono schiariti.

Filtro Arancio - Assorbe i raggi ultravioletti ed enfatizza i risultati ottenibili col filtro giallo: esalta e schiarisce i gialli e i rossi e scurisce il cielo.

Filtro verde – Molto utilizzato per enfatizzare il fogliame e gli alberi. Scurisce la tonalità del cielo.

Filtro rosso - Scurisce tutti i colori ad eccezione del rosso.

Filtro blu - Schiarisce i toni del blu, rendendo il cielo quasi latteo e facendo scomparire le nuvole. Utile nelle foto di architettura o nelle foto di studio se si utilizzano lampade al tungsteno.

· Filtri UW\CC
Utilizzati nella foto subacquea, i filtri UW sono indispensabli per contenere le dominanti blu, mentre i filtri CC riducono la dominante verde.

· Filtro (digradante) sfumato
Chiamato anche "half-colour", è un filtro che è per metà trasparente e che gradualmente sfuma nell'altra metà verso una netta colorazione, oppure una pigmentazione di colore grigio. E' utile quando le differenze di luminosità fra due metà della scena sono considerevoli, ad esempio quando si riprende uno specchio d'acqua blu con cielo molto chiaro.

· Filtro diffusore o soft-focus
Detto anche filtro "flou"; si tratta di un filtro che permette di ammorbidire i contorni ed i dettagli del soggetto senza generare vere e proprie sfuocature. Agisce disperdendo i raggi luminosi che lo attraversano. Viene utilizzato nei ritratti per addolcire i tratti somatici e levigare la trama della pelle, nascondendone le leggere imperfezioni.

· Filtro skylight
Assorbe i raggi ultravioletti ed elimina la dominante azzurro-violacea tipica dei panorami ad ampio respiro, soprattutto nelle zone montane. Si rivela indispensabile nelle riprese in controluce. Il filtro è denominato dalla sigla 1 nelle intensità A e B ed è incolore.

· Fish-eye (obiettivi)
Appartengono a questa categoria le ottiche considerate come super-grandangolari. La loro lunghezza focale può variare dai 15 -17mm di un grandangolo spinto, fino addirittura ai 6-8mm. Il loro angolo di campo può raggiungere i 180°, nel qual caso, con un obiettivo fish-eye da 8mm, l'immagine restituita è pressochè circolare. Le distorsioni infatti sono notevoli con questo tipo di ottiche, ma proprio questa peculiarità rende questi obiettivi molto apprezzati per un uso creativo.

· FL (Florite)
Minerale a bassa dispersione, utilizzato per correggere difetti ottici, al posto del vetro.

· Flare
Formazione luminoa circolare, che si forma in base all'angolazione della luce. Si riduce con il trattamento delle lenti dell'obiettivo.

· Flash
Dispositivo in grado di generare un forte lampo luminoso, grazie ad un circuito atto ad elevare il voltaggio disponibile.

Vedi anche: Contatto caldo, eTTL (Evaluative Through The Lens), Fill-in, Flash anulare, FP Flash (high speed sync), HSS (High Speed Synchronisation), Joule, Light Painting, Open Flash, Sincronizzazione lenta, TTL (Through The Lens), X sync, Xenon

· Flash anulare
E' un flash utilizzato in macro fotografia che ha la forma di un anello e un numero guida relativamente piccolo, adatto alle riprese ravvicinate; si applica all'obiettivo ed emette una luce diffusa e frontale sul soggetto inquadrato, eliminando le ombre.

Vedi anche: Flash, Macrofotografia

· Folding
Tipo di fotocamera utilizzata per il medio formato. La fotocamera folding è caratterizzata da una relativa mobilità delle sue parti componenti, quella frontale con l'ottica e quella posteriore con la pellicola piana in lastra. E' utilizzata soprattutto per i ritratti e nelle foto di paesaggio. A differenza del Banco ottico, questo tipo di apparecchi per il medio formato è richiudibile su se stesso, grazie ad una sorta di soffietto che ne costituisce il corpo. Questa peculiarità li rende adatti anche per l'utilizzo in esterni.

Vedi anche: Grande formato

· Fotocamere anfibie
Sono fotocamere appositamente progettate per le riprese in amiente marino e lacustre. Si utilizzano unitamente ad un flash dedicato e custodia subacquea. E' possibile dedicarsi a questo tipo di fotografia anche con delle macchine impermeabili usa e getta, che sono progettate per una profondità massima di circa 15 metri.

· Foveon X3
Sensore CMOS a tre strati, uno per ogni colore della tripla RGB. Al contrario degli altri sensori, la sua struttura si avvicina a quella della normale pellicola.


Vedi anche: Rumore del sensore, Sensibilità

· FP Flash (high speed sync)
Sistema di sincronizzazione veloce, utilizzato da Canon. Vedi HSS.

Vedi anche: Flash, HSS (High Speed Synchronisation), X sync

· Front Focus
Difetto dell'ottica e/o della macchina, che porta la messa a fuoco a trovarsi davanti al punto prescelto.

Vedi anche: Back Focus

· FTM (Full Time Manual focus)
Sigla che identifica gli obiettivi Canon, su cui è possibile intervenire manualmente sulla messa a fuoco, anche se l’interruttore è posizionato sulla messa a fuoco automatica. Questi tipo di obiettivi monta motori di tipo ring USM.

Vedi anche: USM (Ultrasonic Motor)


 

PhotoRevolt.com - Comunità Fotografica Indipendente - Fotografia Digitale e tradizionale - ISSN: 1825-7976.
Fondato da Stefano Arcidiacono. Leggi la nota di copyright, visualizza la mappa del sito o le statistiche.

RSS  XML  ATOM