Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggere la nostra informativa.
Chiudi
Glossario

 
0~9 · A · B · C · D · E · F · G · H · I · J · K · L · M · N · O · P · Q · R · S · T · U · V · W · X · Y · Z

· Gelatina
E' una proteina presente in natura nel grasso animale, che viene utilizzata in fotografia per fissare sulla superficie della pellicola i cristalli di alogenuro d'argento, sensibili alla luce, costituendo in questo modo l'emulsione.

· Giroscopio
Strumento basato sulla rotazione di una massa, libera di muoversi nelle 3 dimensioni o su di una struttura laser, in grado di mantenere stabilmente un piano di riferimento.
Viene usato negli obiettivi e nelle ottich estabilizzate.

Vedi anche: IS (Image Stabilizer)

· GOST
Sistema per misurarè la sensibilità di una pellicola, utilizzato nei paesi dell'ex U.R.S.S.

· Grandangolari (obiettivi)
Sono considerati grandangolari nel formato 35mm gli obiettivi di focale corta, compresa fra i 35mm ed i 24mm, oltre il quale valore si parla di ottiche supergrandangolari.

· Grande formato
Alla categoria di fotocamere grande formato appartengono due tipologie di apparecchi, quelli a banco ottico e le fotocamere folding.

Questo tipo di fotografia è caratterizzato dal tipo di supporto su cui viene prodotta l'immagine. Negli apparecchi per il grande formato, infatti, non si utilizzano le comuni pellicole, ma pellicole singole in lastra piana di notevole formato. La qualità dell'immagine è elevatissima e sono destinate a fotografi professionisti, esperti del settore.

Vedi anche: Banco ottico, Folding

· Granularità
E' la misura oggettiva della mancanza di uniformità della densità che corrisponde al concetto soggettivo di granulosità. La determinazione della granularità parte dalla misurazione della densità effettuata con un microdensitometro su una porzione di negativo uniformemente esposta e sviluppata. Tale misurazione è chiamata granularità RMS (Root Mean Square). RMS è la deviazione standard delle variazioni di microdensità a un dato livello di densità media. Dato che c'è una buona correlazione tra la misura della granularità e la granulosità, i valori di granularità RMS vengono usati per stabilire le classificazioni di granulosità:

Microfineda 5 a 6 RMS
Estremamente fineda 7 a 9 RMS
Molto fineda 10 a 13 RMS
Fineda 14 a 17 RMS
Mediada 18 a 21 RMS
Moderatamente grossada 22 a 25 RMS
Grossada 26 a 29 RMS
Molto grossada 30 a 33 RMS

Vedi anche: Granulosità, Pellicola, T-GRAIN

· Granulosità
E' l'impressione visiva provocata dai grani e aglomerati d'argento. A differenza della granularità, che è una proprietà oggettiva, la granulosità è una proprietà soggettiva. La misurazione e le specifiche della granulosità non sono ancora state standardizzate, per cui bisogna avere molta cautela nel confrontare i dati di produttori diversi.

Vedi anche: Granularità, Pellicola, T-GRAIN


 

PhotoRevolt.com - Comunità Fotografica Indipendente - Fotografia Digitale e tradizionale - ISSN: 1825-7976.
Fondato da Stefano Arcidiacono. Leggi la nota di copyright, visualizza la mappa del sito o le statistiche.

RSS  XML  ATOM