Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggere la nostra informativa.
Chiudi
Glossario

 
0~9 · A · B · C · D · E · F · G · H · I · J · K · L · M · N · O · P · Q · R · S · T · U · V · W · X · Y · Z

· Sensibilità
Grado di risposta alla luce di un emulsione fotografia, o di un sensore digitale.

Vedi anche: CCD (charge-coupled device), CMOS (complimentary metal-oxide semiconductor), Foveon X3, ISO (International Standards Organization), Pellicola, Reciprocità (regola), Rumore del sensore

· Sensore AF
Sensore per la messa a fuoco automatica.

Vedi anche: AF continuo, AF Lock

· Sfocato
Effetto causato da movimenti del soggetto e/o della fotocamera, unito a tempi troppo lunghi.

Vedi anche: Soft-Focus

· Silhouette
Sagoma in controluce.

· Sincronizzazione lenta
Modalità in cui il lampo del flash viene emesso alla fine dello scatto, illuminando e fissando i soggetti in primo piano.

Vedi anche: Flash

· Slitta accessori
Slitta in metallo o plastica, posta solitamente nella parte superiore della fotocamera, può accogliere mirini aggiuntivi, esposimetri, flash, etc.

· SLR (Single Lens Reflex)
Fotocamera a singolo obiettivo, in cui la luce viene riflessa verso il mirino attraverso uno specchio (reflex). Lo specchio si alza al momento dello scatto, permettendo alla luce di giungere alla pellicola/sensore, attraverso l'otturatore.

In genere, lo specchio non riflette il 100% della luce al mirino, ma ne lascia passare un 30% ad un ulteriore specchio, che la invia al sistema autofocus.

Vedi anche: DSLR (Digital Single Lens Reflex), EVIL = Electronic Viewer Interchangeable Lens

· Soffietto
Sistema per regolare la distanza tra corpo macchina ed obiettivo, ampiamente utilizzato nella fotografia macro.

· Soft-Focus
Effetto di "diffusione" utilizzato sopratutto nella ritrattistica, si ottiene con obiettivi speciali, filtri, fotoritocco o in fase di stampa.

Vedi anche: Sfocato

· Sottoesposizione
E' il risultato di una insufficiente esposizione alla luce. Se l'immagine sottoesposta è stata impressa su pellicola per diapositive, il risultato è un fotogramma saturo, denso ma con perdita della definizione e del dettaglio nelle zone scure. Viceversa, se ad essere sottoesposta è una pellicola negativa, il risultato porterà ad un'immagine labile, pressochè trasparente e priva del dettaglio nella zona più chiara del fotogramma.

Vedi anche: Sovraesposizione

· Sound Blimp
Custodia insonorizzante per macchina fotografica ed obiettivo, riduce al minimo il rumore prodotto dall'otturatore dal motore e dall'autofocus, utile in luoghi in cui tali rumori possono disturbare, per esempio i teatri.

· Sovraesposizione
E' il risultato di una eccessiva esposizione alla luce. Nelle diapositive, il risultato è un fotogramma scialbo, trasparente, con notevole perdita di dettaglio. Nelle pellicole negative, il risultato porterà ad immagini scure, con scarsa definizione del dettaglio e con una dominante cromatica tendente al grigio verde.

Vedi anche: Sottoesposizione

· Specchio (blocco dello...)
Le fotocamere reflex trasmettono l'immagine dall'obiettivo al mirino tramite un piccolo specchio, posto nella camera contenente la pellicola o il sensore digitale. Tale specchio viene sollevato al momento dello scatto, quando l'otturatore si apre, permettendo alla luce di arrivare alla superficie sensibile.

Pur essendo accuratamente ammortizzato, il sollevamento dello specchio può provocare delle microvibrazioni, che possono influire sulla foto finale, sopratutto nella fascia di tempi compresa tra 1/10 e 1/200 circa. Per ovviare a tale inconveniente alcune fotocamere sono in grado di sollevare lo specchio in anticipo, sino a 2 secondi prima dell'effettivo scatto, tale funzione viene chiamata "blocco dello specchio", in inglese "mirror lockup".

· Spot
Modalità di misurazione della luce, caratterizzata da un angolo compreso tra 1 e 8 gradi.

· Stigmometro (telemetro ad immagine spezzata)
Strumento composto da una serie di prismi posizionati al centro dello schermo di messa a fuoco, quando l'immagine non è a fuoco la parte che attraversa i prismi appare spezzata.

Lo stigmometro non funziona bene con obiettivi poco luminosi o comunque con diaframmi chiusi oltre f/5.6.

Vedi anche: Microprismi, Telemetro (rangefinder)

· Stock Agency
Agenzie che gestiscono vasti cataloghi di immagini, provenienti da più fotografi, acquistabili per scopi editoriali, pubblicitari, etc.


 

PhotoRevolt.com - Comunità Fotografica Indipendente - Fotografia Digitale e tradizionale - ISSN: 1825-7976.
Fondato da Stefano Arcidiacono. Leggi la nota di copyright, visualizza la mappa del sito o le statistiche.

RSS  XML  ATOM