Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggere la nostra informativa.
Chiudi
Blog
marco_bastianelli.jpg
ROMA - Il giorno 16 maggio 2008, presso la sede della Editrice Reflex si è riunita la giuria del Premio Marco Bastianelli per votare il miglior libro fotografico di autore e la migliore opera prima pubblicati in Italia nel 2007. Giunto alla quarta edizione, il Premio è stato istituito nel 2003 dalla Editrice Reflex Srl per ricordare il caporedattore di FOTOGRAFIA REFLEX Marco Bastianelli.

La giuria, presieduta da Elisabetta Portoghese e composta da Alessandra Mauro direttore editoriale di Contrasto e direttore artistico di Forma, con Giulio Forti direttore responsabile, Michele Buonanni direttore editoriale, Eugenio Martorelli caporedattore e Sergio Grandi grafico di FOTOGRAFIA REFLEX, dopo aver esaminato e valutato i libri inviati per concorrere al Premio, ha assegnato il Bastianelli 2008 al libro "Le pietre del Cairo " di Luca Campigotto pubblicato da Peliti Associati ed il Bastianelli 2008, opera prima, a "Molo K Marghera. L'altra Venezia" di Giuseppe Dall'Arche pubblicato da Terra Ferma.



Le motivazioni
"L'altissima qualità delle fotografie, l'eleganza del bianconero e la profondità della visione di Luca Campigotto", recita la motivazione della giuria, "sono esaltate dalla formula editoriale e dalla qualità della stampa. Gli scorci inusuali e fermi nel tempo quando privi di una presenza umana o le ambientazioni in cui i soggetti sono invece parte integrante della scena, forniscono una lettura incisiva dei luoghi".
Nei confronti dell'opera di Giuseppe Dall'Arche, la giuria ha riconosciuto nel suo lavoro "un progetto di grande impegno intrapreso e portato a termine con costanza stilistica e lucidità". Apprezzata in particolare la scelta delle riprese in notturna. "Sfruttando la ‘naturale' luce artificiale degli edifici del Petrolchimico", prosegue la motivazione, "Dall'Arche ha interpretato le strutture nel rispetto delle prospettive. Un lavoro di rara perfezione eseguito in grande formato nel corso di sette anni".

Gli autori
Laureato in storia moderna, dalla metà degli anni Ottanta Luca Campigotto fotografa il paesaggio, l'architettura e l'industria con ricerche in Italia ed all'estero. Le sue opere fanno parte di collezioni private e pubbliche. Giuseppe Dall'Arche, 43 anni, laureato in Scenografia all'Accademia delle Belle Arti di Venezia, lavora da un decennio come fotografo di architettura e del territorio.
Nell'ambito della discussione la giuria ha ritenuto di dover segnalare "Roma in Bianco e Nero" di Claudio Corrivetti e, tra le opere prime, "DUSHA - Anima rossa" di Davide Monteleone, già premiato al Lucca Digital Photo Festival, e "Palingenesi" di Fabio Zonta.


Editrice Reflex Srl
Via Achille Loria 7
00191 Roma
06.3630.8595 - 06.3630.1756
segreteria@reflex.it
www.reflex.it
 
 
Commenti

Non ci sono commenti

Per inserire commenti devi essere registrato !
 

PhotoRevolt.com - Comunità Fotografica Indipendente - Fotografia Digitale e tradizionale - ISSN: 1825-7976.
Fondato da Stefano Arcidiacono. Leggi la nota di copyright, visualizza la mappa del sito o le statistiche.

RSS  XML  ATOM