Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggere la nostra informativa.
Chiudi
Blog
Le fotografie dovrebbero raccontare storie.

Spesso rimaniamo delusi poiché non tutte le immagini raccontano storie interessanti. Il problema è che ci si aspetta che sia sufficiente il fatto di trovarsi in un luogo interessante con la propria macchina fotografica per generarne di buone. Nessun automatismo può raccontare storie; quel racconto deve partire da noi, confluire in quei click e poi ancora farsi parte di una attenta riflessione sulle immagini scelte.

Una fotografia non è abbastanza, quello che manca siamo noi.

Una volta hanno chiesto a Ernest Hemingway quante parole servivano per raccontare una storia. La sua risposta è stata: almeno sei e, a dimostrazione di questa teoria, ha scritto una storia di sei parole:

For sale: baby shoes, never worn.

(Traduzione: Vendesi scarpe per bambino. Mai usate.).Perché si vendono delle scarpe di un bambino, perché non sono mai state usate, cosa racconta realmente questa storia? Non è una frase, non sono sei parole: è una storia, che ha dietro un mondo.

Una fotografia che racconta una storia fa parte di una logica chiamata Storytelling.

Una sequenza di immagini genera un tempo di fruizione più lunga, ed è di maggiore impatto; nonché a lungo andare acquisisce più valore, dona più forza all'autore di qualsiasi fotografia singola.

Ci sono quattro momenti nel racconto fotografico:
- il pensiero del prima,
- il momento dello scatto,
- il momento della scelta delle immagini giuste
- e infine il momento della messa in forma, cioè di quelle scelte materiche che porteranno l'idea a farsi corpo.

Nell'epoca del virtuale e del digitale spesso ci si ferma alla scelta delle immagini giuste, tuttavia sono convinta che il quarto momento, quello della creazione materica dell'opera, per quanto piccola e personale essa sia, sia il momento più appagante per chi vuole raccontare una storia.



CALENDARIO CORSI E WORKSHOP 2017

18 e 19 Febbraio
Laboratorio di Autoritratto Fotografico
(presso Le Cantine di Palazzo Rava, Ravenna)

4 e 5 Marzo
Workshop di Adobe Lightroom
(presso CRESCO coworking, Ravenna)

dal 6 Marzo al 9 aprile
Corso di Fotografia del quotidiano ONLINE (scadenza iscrizioni 3 marzo)

2 Aprile
The Missing Picture /L'immagine mancante
dedicato alla pulizia del proprio sguardo e all'esperienza di presenza realizzato a Ottignana, Tredozio

23 Aprile
Suburbs - workshop di storytelling fotografico
( presso CRESCO coworking Ravenna)

www.silviabigi-education.com
 
 
Commenti

Non ci sono commenti

Per inserire commenti devi essere registrato !
 

PhotoRevolt.com - Comunità Fotografica Indipendente - Fotografia Digitale e tradizionale - ISSN: 1825-7976.
Fondato da Stefano Arcidiacono. Leggi la nota di copyright, visualizza la mappa del sito o le statistiche.

RSS  XML  ATOM