Olympus · E-500

Olympus
E-500

Inserito il 02/06/2006  -  4 di 5  -  Su 2 recensioni, 1 lo consiglia.  -  Visto 9980 volte.


Fotocamera digitale reflex in un design compatto e leggero con flash integrato per una semplicità d'utilizzo che viene incontro a tutti i requisiti fotografici.

La nuova E-500 da otto milioni di pixel è il sogno di ogni fotografo creativo, con un set completo di parametri regolabili manualmente, cui si aggiungono i menu intuitivi ed uno straordinario monitor LCD. E' dotata di slot per schede CompactFlash e xD Picture Card. Il design ergonomico dei comandi, ideale per un uso professionale, è esaltato dall'elevata risoluzione del monitor LCD da 6,4 cm che permette di rivedere in un formato elevato gli scatti appena effettuati direttamente sulla fotocamera.

Fonte: olympus.it


Prezzo medio: 900 Euro - Utenti che lo possiedono: 19» - Foto in cui è stato utilizzato: 180»
Cerca prodotto su: Amazon | Google™ | Yahoo!® | Lycos | Altavista™ | eBay™ | Kelkoo™


Acquista | Segnalazione | Leggi recensioni | Scrivi / Modifica recensione

Recensioni


Data
10.06.2007
Aggiornata il
21.03.2010

Scritta da
glxproject
( professionista )

Esperienza
19 anni

Usato
1 mese

Giudizio

:: consigliato

Valore


Voti recensione
5/5, 10 voti

Vota la recensione

 Pagato 0 Euro, Negozio, Roma

Recensione:
Ho questa macchina da circa un anno ed ho avuto la possibilità di testarla in praticamente ogni condizione.
Il primo contatto con la macchina rivela una struttura solida e di ottimo livello per una non professionale, inoltre l'ergonomia si attesta su standard veramente alti. I pulsanti sono esattamente dove dovrebbero essere e dopo un breve periodo di affiatamento non si deve più cercare questa o quella funzione ma viene istintivo muoversi fra i vari parametri della macchina.
Lo schermo LCD da 2,5" è luminosissimo e permette di muoversi nei menù o di riguardare le foto senza grossi problemi anche per chi ha qualche problema visivo.
La E500 è stata anche la capostipite, poi seguita anche dalle altre marche, ad adottare il sistema di rimozione della polvere dal sensore. Il sistema di pulizia, che può anche essere attivato manualmente, interviene all'accensione (così se si è cambiato l'obiettivo si ha la certezza di non trovarsi con una foto rovinata da qualche granello di polvere) e ritarda solo di poco la prontezza di scatto all'avvio.
La macchina aderisce ovviamente al sistema 4/3 (di cui Olympus è progenitrice), sistema che con le sue proporzioni più "quadrate" del classico 3:2 permette obiettivi più luminosi e soprattutto cadute di luce ai bordi minime anche con obiettivi da kit. Inoltre essendo il fattore moltiplicativo pari a 2 le ottiche tele sono facilitate e molto più luminose del solito (anche se avere un sensore piccolo porta ad avere sensori più rumorosi come spiegherò fra poche righe). Ad esempio io possiedo un equivalente 300mm f4,5 ed è prevista l'uscita di un obiettivo economico equivalente 600mm f5,6!!!
C'è inoltre piena compatibilità con i nuovi obiettivi LEICA studiati appositamente per il sistema 4/3, tutti obiettivi di grande qualità.
Passando all'utilizzo della macchina il principale problema indicato nei forum su internet dagli utenti riguarda il bilanciamento del bianco, infatti è facilmente attivabile in maniera involontaria il tasto del WB One Touch. Il problema è di poco conto considerando che è facilmente eliminabile selezionando il bilanciamento del bianco automatico o convertendo in pochissimi passi la funzione del pulsante del WB One Touch con un certamente più utile controllo della profondità di campo. Inoltre va detto che i file RAW generati dalle macchine Olympus sono di così buon livello che non utilizzarli sarebbe un vero peccato, quindi il bilanciamento del bianco può essere effettuato in sede di conversione jpeg.
I colori resi dalla macchina fotografica sono estremamente brillanti con una buona saturazione, soprattutto in modalità VIVID. Inoltre c'è la possibilità di scattare direttamente in Bianco e Nero o con viraggio Seppia, anche se a dir la verità potendo effettuare la stessa operazione al PC conviene scattare a colori e poi decidere se convertire il file in B&W visto che non è possibile l'operazione inversa, cioè recuperare il colore da un file scattato in B&W.
L'esposimetro della macchina ha la leggera tendenza a far perdere il dettaglio sulle alte luci per cui sottoesponendo di uno o due terzi di stop (a seconda delle situazioni) si ottengono generalmente foto ben bilanciate. Bisogna ricordare che se l'esposimetro multizonale su 49 aree è simile a quello delle concorrenti, il settaggio spot è solo sull'1% dell'area totale, valore impressionante per macchine di questo livello che di solito si attestano su valori di circa il 9%.
Il sensore si rivela piuttosto rumoroso non appena si raggiungono i 200 ISO per cui inserire ISO automatico o posizionarsi su ISO 100 è uguale visto che probabilmente i tecnici Olympus conoscendo le prestazioni del sensore hanno costretto la macchina ad aggrapparsi in maniera granitica al più basso valore di sensibilità permesso. Ciò porta la macchina a scivolare facilmente nei tempi lenti al crepuscolo e quindi a produrre micromosso se non si controllano i parametri di scatto.
La macchina è dotata di una validissimo sistema di Noise Reduction per pose di oltre un secondo, sistema che raddoppia i tempi di scatto ma che elimina brillantemente il rumore termico. Per pose inferiori il sistema non agisce, per cui se di notte si vuole scattare con tempi rapidi alzando i valori ISO il rumore dovrà venire eliminato con dei software, inoltre toccherà cancellare manualmente anche gli Hot Pixel che si presentano come dei punti di un intenso Rosso o Blu quando il sensore si riscalda troppo. Il consiglio è di portare con se un buon monopiede o ancor meglio un buon cavalletto quando si scatta in condizione di luce precaria ed allungare leggermente i tempi fino ad arrivare oltre 1" piuttosto che alzare la sensibilità ed usare tempi brevi.
Le mie impressioni sono raccolte con un utilizzo della macchina prevalentemente in manuale o in priorità dei diaframmi, per cui tutto ciò che leggete non vale per chi usa la macchina in modalità automatica di cui non conosco quasi le caratteristiche.
Detto questo penso che la macchina sia un valido acquisto e che sia sicuramente alla pari o superiore, nonostante risulti anche più economica, alle entry-level canon 400D, Sony A100 e sicuramente delle due Nikon D40 e D40X che ho avuto la possibilità di provare.

Per vedere alcune delle mie fotografie scattate con questa macchina potete guardare il mio sito: http://www.gianlucalaurentini.it

Pro:
Sistema 4/3
Fattore moltiplicativo 2X che aiuta a spingersi su valori tele elevati e luminosi
Compatibilità con le nuove ottiche LEICA
Ergonomia del corpo macchina
LCD da 2,5" molto luminoso anche in controluce
Pulizia automatica del sensore efficie

Contro:
Hot pixel e rumore alle alte sensibilità
Programma fornito con la macchina di scarso livello
Tendenza della macchina a non muoversi dai 100 ISO e posizionarsi sui tempi lunghi

Servizio assistenza:
Non ne ho mai avuto bisogno per fortuna e spero di non dover aggiornare questa casellina
Segnala recensione allo staff...



Data
19.08.2013

Scritta da
DEL7196
( principiante )

Esperienza
1 anno

Usato
1 mese

Giudizio

Valore


Voti recensione
0/5, 0 voti

Vota la recensione

 Pagato 900 Euro, FotoColombo - on line

Recensione:
E' stata la mia prima reflex digitale a specchio, senonché il motivo per cui stavo abbandonando la fotografia. Ottima per cominciare, facile ed intuitiva, tant'è che dovendo fare un regalo ad una principiante le ho trovato una E-500 munita di 14-45. La macchina si presta ad un utilizzo immediato, ma non tiene dietro agli stimoli di chi cerca qualcosa di più. Inizialmente è una macchina affascinante, ma stanca subito perché anche montando ottiche valide più del suo valore intrinseco non va. Se usata come macchina principale ne sconsiglio vivamente l'acquisto. Se usata per iniziare avendo zero conoscenze del digitale può andar bene. Ma non eclissatevi troppo su di essa. E' solo una compattona con l'ottica intercambiabile. La XZ-1 rende molto di piu' per intenderci.

Pro:
Facile ed Intuitiva. Leggera. Si trova usata a poco prezzo col 14-45 o il 14-42. Ottima per iniziare un novello alla fotografia. Ottima come regalo per fare bella figura spendendo poco a chi sai che piu' di un tot non andrà mai avanti perché presto la riporrà nell'armadio.

Contro:
Per chi ha già praticità con le reflex digitali ne sconsiglio l'acquisto. Quindi lo sconsiglio anche come secondo corpo macchina in quanto è grande come le sorelle maggiori siglate ad una cifra (E-x) ma non raggiunge neanche da lontano la loro qualità.

Segnala recensione allo staff...


 

PhotoRevolt.com - Comunità Fotografica Indipendente - Fotografia Digitale e tradizionale - ISSN: 1825-7976.
Fondato da Stefano Arcidiacono. Leggi la nota di copyright, visualizza la mappa del sito o le statistiche.

RSS  XML  ATOM