Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggere la nostra informativa.
Chiudi
Elephanyalk

Elephanyalk


Visite: 7921
  Per quanto viva ci si sforzi di immaginarla (e questa smania di "rendere vivo" non pu˛ essere che la negazione mitica di un'ansia di morte), la Foto Ŕ come un teatro primitivo, come un Quadro Vivente: la raffigurazione della faccia immobile e truccata sotto la quale noi vediamo i morti.
[...]
Immaginariamente, la Fotografia (quella che io assumo) rappresenta quel particolarissimo momento in cui, a dire il vero, non sono nÚ un oggetto nÚ un soggetto, ma piuttosto un soggetto che si sente diventare oggetto: in quel momento io vivo una micro-esperienza della morte (della parentesi): io divento veramente spettro.

Roland Barthes, 1980.

Ogni fotografia Ŕ un memento mori. Fare una fotografia significa partecipare della mortalitÓ, della vulnerabilitÓ e della mutabilitÓ di un'altra persona [...]. Ed Ŕ proprio isolando un determinato momento e congelandolo che tutte le fotografie attestano l'inesorabile azione dissolvente del tempo.
[...]
Fotografare Ŕ essenzialmente un atto di non intervento [...] Chi interviene non pu˛ registrare, chi registra non pu˛ intervenire.

Susan Sontag, 1978.

 

Ultime foto pubblicate

two last soul3░ hommage a M.C. Escher2░ hommage a M.C. Escher

 

Ultime foto commentate

1░ hommage a C.M. EscherCedendo alle lusinghe...Un posto dove riposare

 

PhotoRevolt.com - Comunità Fotografica Indipendente - Fotografia Digitale e tradizionale - ISSN: 1825-7976.
Fondato da Stefano Arcidiacono. Leggi la nota di copyright, visualizza la mappa del sito o le statistiche.

RSS  XML  ATOM